domenica, agosto 19, 2018

Abbazia di Pomposa

La millenaria abbazia benedettina di Pomposa sorge lungo la Strada Romea, l’antica via dei Pellegrini medievali, nel breve tratto che corre dal Po di Goro al Po di Volano.

La data della sua fondazione non è certa. Nell’anno 874 in un frammento di lettera è nominato il monastero di S.Maria in Pomposa nel territorio di Comacchio.

Da allora, pur intervallate da lunghi silenzi, le notizie si susseguono via via, sino a divenire copiose e ininterrotte tra la fine del primo e l’alba del secondo millennio, quando l’abbazia, conseguita la sua autonomia, afferma e rafforza la sua potenza che dall’Isola Pomposiana si espande dapprima alle diocesi vicine, Comacchio, Ravenna, Adria, poi alle più lontane dell’Italia centro settentrionale fino ad avere nel XIII secolo domini in 21 diocesi: segno questo del vasto potere spirituale e temporale ad un tempo, congiunto ad un fervore sociale e culturale.

Il momento di maggior splendore coincide con l’abbaziato di Guido degli Strambiati, San Guido, monaco di Pomposa dal 998 e abate dal 1008 fin quasi alla morte avvenuta Il 31 marzo 1046.

Il monastero benedettino di Pomposa comprende oggi la Basilica con l’Atrio, il Campanile romanico, la Sala del Capitolo, la Sala a Stilate, il Refettorio, il Dormitorio ed il Palazzo della Ragione. Questi edifici ospitarono nel Medio Evo un centro di spiritualità e cultura tra i più importanti al mondo. L’abbazia è stata affidata dal vescovo al movimento nell’anno 2000.

Nel corso dell’anno si svolgono conferenze propedeutiche e iniziative culturali, corsi di meditazione e incontro settimanale.

Sito internet: http://www.abbaziadipomposa.it/index.html

Ultimi eventi

Scopri tutti gli eventi di questa sede

Non ci sono eventi

Ultime news

Scopri tutte le ultime notizie di questa sede

Contatti

INDIRIZZO

Tel. 0533-719088