Il sale della vita

110

Pavel Florenskij, geniale pensatore russo, fecondo scrittore, ci ha consegnato una preziosa testimonianza di vita, quella dello starec Isidoro suo padre spirituale. Si tratta di una storia semplice, narrata secondo lo stile tipico dell’agiografia, la storia di una straordinaria amicizia nata dall’incontro tra due diverse personalità: da una parte, quella del Florenskij fisico, matematico, filosofo e teologo, acuto e raffinato intellettuale e  dall’altra il monaco Isidoro che dietro le apparenze di un illetterato, cela delle grandi doti spirituali. Un’amicizia che si trasforma in una vera e propria paternità spirituale sorgente di tutte le importanti scelte che Florenskij farà nella propria vita, tra le quali quella di essere ordinato presbitero nella Chiesa ortodossa russa. Scritto in uno stile coinvolgente il testo trasporta il lettore in una realtà vibrante di pura spiritualità, destinata purtroppo a fare i conti con una tragica svolta storica: la rivoluzione sovietica.

CONDIVIDI